Quante parole serve scrivere per posizionarsi su google?

Giugno 12, 2020

"Quante parole devo scrivere per posizionarmi primo su Google?"

È una domanda che mi fanno spesso, soprattutto quando parlo con i miei clienti della necessità di scrivere o migliorare i contenuti dei loro siti.

Qual'è il mito sul conteggio delle parole per la SEO?

I contenuti più lunghi si posizionano meglio, giusto? Non è quello che ti viene detto sempre?

Più parole ci sono su una pagina, più sarai "autorevole" agli occhi dei motori di ricerca, che considereranno il tuo lavoro fatto bene e ti garantiranno un posto nella SERP più alto.

Questa è un'idea che viene spesso sbandierata su dai più esperti, ma senza però avere mai una base di fondamento reale.

Quindi perché esiste questa concezione, che in generale un contenuto più lungo, possa rendere le pagine più meritevoli di ranking?

Studi e dati di fatto

Ci sono molti studi che vengono spesso citati per l'utilizzo delle parole e della lunghezza dei contenuti.

Uno studio di Backlinko, pubblicato nell'aprile 2020, diceva che il "risultato medio della prima pagina di Google conteneva 1.447 parole".

Sarebbe abbastanza facile per qualcuno prendere queste informazioni e supporre che le pagine hanno bisogno di circa 1.500 parole per posizionarsi sulla prima pagina.

Ma non è quello che dice lo studio.

Lo studio suggerisce si questo aspetto comune tra le prime pagine del ranking, ma non significa che sia il fattore predominante o la causa effettiva. E' a tutti gli effetti una correlazione ma ne parleremo più avanti.

Oltretutto ad oggi sappiamo anche che c'è stato un nuovo core update a Maggio.

Quindi qual è il miglior numero di parole per la SEO?

Esistono molti fattori che possono determinare la lunghezza del contenuto di una pagina e non sono tutti legati al ​​posizionamento della pagina stessa.

È importante ricordare che una pagina dovrebbe essere lì per aiutare il visitatore e non un bot di ricerca.

La SEO dovrebbe essere sempre più rivolta verso l'utente più che verso lo spider di google.

La lunghezza del testo di una pagina dovrebbe essere necessaria per aiutare l'utente a raggiungere i propri obiettivi sulla pagina, sia che si tratti di identificare rapidamente la risposta a una domanda, (fornendo una spiegazione approfondita di un argomento), sia che debba semplicemente trasmettere le specifiche di un prodotto.

Quindi le esigenze degli utenti dovrebbero essere sempre messe prima di ogni altra cosa.

Ma qual è il miglior metodo per scrivere pagine per la SEO?

Ora vorrai sapere quante parole devi scrivere davvero per avere le migliori possibilità di ottenere un buon posizionamento in prima pagina.

Il problema è che non esiste un numero fisso di lunghezza e parole.

I motori di ricerca classificheranno e posizioneranno le pagine, in base a quanto esse soddisfano meglio la query di un utente.

Raramente il "volume di parole" è il solo fattore decisivo per gli utenti.

La qualità del testo e la completezza della risposta fornita alla domanda dell'utente, saranno i fattori più importanti.

La sola lunghezza del testo su una pagina è il modo sbagliato di misurare la qualità del contenuto.

John Mueller di Google lo ha persino ribadito su Twitter qualche tempo fa.

La qualità di una pagina è diversa dalla quantità!

Qual è il miglior conteggio parole per SEO?

Quindi l'idea comune che devi solo scrivere contenuti lunghi uguali ai tuoi competitor è del tutto sbagliata.

Sempre Mueller ha rilasciato questa spiegazione pochi mesi fa.

Qual è il miglior conteggio parole per SEO?

Correlazione e causalità

Il problema su cui cadono molte persone è quello di guardare solo il conteggio delle parole, confondendo tra correlazione e causalità.

Se guardi le prime 5 pagine di Google per quel termine di ricerca scelto, vedrai che i siti contengono tutti circa 2.000 parole, ed è comprensibile pensare che è solo quello il necessario per classificare e posizionare bene quella parola.

Ma non è questo il caso.

Il conteggio delle parole da solo non è il fattore di ranking decisivo.

Tuttavia, le pagine più lunghe potrebbero essere classificate bene indirettamente per la loro lunghezza.

Le pagine più lunghe potrebbero essere più condivisibili e "degne di collegamento", come suggerito dallo studio di HubSpot condotto nel 2015.

A sua volta, potrebbe essere il profilo del link della pagina che la sta facendo classificare bene.

Potrebbe anche essere che le pagine più lunghe diano semplicemente risposte più complete all'utente, portando quindi a classificarsi bene alcune query.

Ciò che è importante notare è che la correlazione non equivale alla causalità.

Una classificazione dei contenuti più lunga rispetto ai contenuti più brevi non significa che un contenuto più lungo sia la causa di un posizionamento delle pagine bene.

Quanto dovrebbe essere lunga la pagina?

Anche se in alcuni casi i contenuti più lunghi potrebbero offrire prestazioni migliori rispetto ai contenuti più brevi, non cadere nella trappola dell'ipotesi che i contenuti più lunghi siano i migliori.

La guida introduttiva SEO di Google afferma che :

"Il contenuto deve essere di fatto accurato, scritto in modo chiaro e completo".

Completo non è sinonimo di lungo.

Quindi io lo posso interpretare cosi:

"Deve essere completo includendo tutto ciò che è necessario".

Ciò suggerirebbe che il copy deve essere sufficientemente esteso da coprire tutto ciò che un utente potrebbe voler sapere in risposta alla sua query.

Per alcune domande come "la storia della monarchia inglese" per esempio, potrebbe essere necessaria una notevole quantità di testo.

Per altri, come "i prezzi del gas vicino a me", può bastare molto meno.

Il contenuto può essere troppo lungo?

Sì. Il contenuto a volte può essere troppo lungo e diventare un problema.

Un problema con la scrittura di una testo è dato dal fatto che si vuole per forza allungare troppo il brodo.

Nel tentativo di raggiungere un volume arbitrario di parole, lo scrittore potrebbe semplicemente iniziare a riempire o ripetere concetti inutilmente.

E questo non va bene nell'ottica della lettura.

Può anche influire negativamente infatti sulla classificazione delle parole chiave di destinazione.

La diluizione del messaggio del contenuto può anche comportare la fine del tema delle parole chiave della pagina.

Invece di scrivere una pagina sintetica sull'argomento principale della parola chiave, sei costretto a introdurre altri concetti per riempire il contenuto andando cosi fuori tema.

Ciò può influire negativamente sulla capacità di una pagina di posizionarsi in base alle parole chiavi target.

La chiave per capire quanti contenuti sono necessari per una pagina è smettere di guardarla come target e farla diventare utile.

Non esiste un conteggio delle parole ideale per il SEO.

Invece, dobbiamo guardare allo scopo della pagina lato utente.

Lo scopo di una pagina e il ruolo dell'utente

Pensa allo scopo della pagina, al suo tema e a cosa serve davvero.

È una pagina informativa?

È stata progettata per segnalare i visitatori di altre pagine del sito?

È una pagina transazionale?

Lo scopo della pagina influenzerà quindi la quantità di tedto che deve essere presente su di essa.

Intento dell'utente sulla pagina

L'aspetto più importante quando si deve decidere la lunghezza dei contenuti è l'intenzione dell'utente.

Cosa vuole un utente quando atterra sulla pagina?

Se capisci di cosa ha bisogno un utente dalla tua pagina, assicurati che sia sufficientemente completo da soddisfare tali esigenze.

Allungare una pagina solo per il gusto di farlo non aiuta certo l'utente.

E a sua volta non aiuterà te. Anche se la tua pagina si classifica bene, le classifiche non devono essere l'obiettivo finale di qualsiasi lavoro SEO. La conversione del traffico è più importante.

Se un utente arriva sulla tua pagina per trovare una risposta a una domanda ma non riesce a trovarla, allora non hai soddisfatto la sua necessità.

Conversione di una pagina web

Un'altra considerazione importante è come la lunghezza del copy influisce sulla conversione.

Alcune pagine semplicemente non richiedono grandi risme per aiutare il visitatore a completare un'azione.

Troppo testo potrebbe essere scoraggiante per una pagina di categoria di prodotto, ad esempio.

La giusta quantità

Quindi qual è il miglior conteggio delle parole per la SEO?

Non ce n'è uno.

La lunghezza del copy non dovrebbe mai essere dettato dal conteggio delle parole.

Dovrebbe essere necessario ad aiutarti a trasmettere il messaggio della pagina e consentire agli utenti di completare le azioni desiderate su quella pagina.

Un copy più lungo potrebbe avere un vantaggio in alcune SERP ma non è solo la lunghezza il fattore decisivo in classifica.

Alla fine della giornata, il copy di una pagina non dovrebbe riguardare solo la classifica. Dovrebbe soddisfare le esigenze dell'utente e incoraggiare la conversione.

Ribadisco. Non esiste un conteggio ideale delle parole proprio per questi motivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cloud-syncearthbullhorn